Miele di Edera

5,909,40

Miele di Edera

Il miele di Edera è sempre di produzione molto problematica per l’apicoltore in quanto i raccolti sono tardivi. Il miele, molto umido all’origine, tende a cristallizzare quasi immediatamente, a volte addirittura nei favi. La fioritura avviene in settembre-ottobre. Profumo intenso, sapore mediamente intenso e molto dolce. L’edera può trovarsi mescolata al miele di inula o di corbezzolo, le cui fioriture spesso si sovrappongono. Del corbezzolo, può riverberare la caratteristica nota amara.

Abbinamenti

E’ particolarmente indicato per abbinamenti con frutta secca come fichi e prugne.

Il fiore di Edera

L’edera diffusa soprattutto allo stato spontaneo, si sviluppa abbarbicandosi ai muri, alle rocce, ai tronchi, oppure strisciando per terra, sempre preferendo le località ombrose, ed è anche coltivata a scopo ornamentale. Solo i rami che si innalzano verso la luce, ancorandosi ad una pianta o ad un muro, diventano fertili e producono i fiori. L’edera può arrecare danni alla pianta a cui si aggrappa, qualora, sviluppandosi abbondantemente sulla chioma con il suo ombreggiamento, competa con i germogli nella cattura della luce. Può danneggiare le superfici murarie se le saldature di malta sono abbastanza deboli da lasciar penetrare le radici. La fioritura avviene in settembre-ottobre. In cosmesi, gli estratti di edera trovano impiego all’interno di formulazioni detergenti dermopurificanti.

Svuota
COD: N/A Categoria:

Descrizione

Miele di Edera

Il miele di Edera è sempre di produzione molto problematica per l’apicoltore in quanto i raccolti sono tardivi. Il miele, molto umido all’origine, tende a cristallizzare quasi immediatamente, a volte addirittura nei favi. La fioritura avviene in settembre-ottobre. Profumo intenso, sapore mediamente intenso e molto dolce. L’edera può trovarsi mescolata al miele di inula o di corbezzolo, le cui fioriture spesso si sovrappongono. Del corbezzolo, può riverberare la caratteristica nota amara.

Abbinamenti

E’ particolarmente indicato per abbinamenti con frutta secca come fichi e prugne.

Il fiore di Edera

L’edera diffusa soprattutto allo stato spontaneo, si sviluppa abbarbicandosi ai muri, alle rocce, ai tronchi, oppure strisciando per terra, sempre preferendo le località ombrose, ed è anche coltivata a scopo ornamentale. Solo i rami che si innalzano verso la luce, ancorandosi ad una pianta o ad un muro, diventano fertili e producono i fiori. L’edera può arrecare danni alla pianta a cui si aggrappa, qualora, sviluppandosi abbondantemente sulla chioma con il suo ombreggiamento, competa con i germogli nella cattura della luce. Può danneggiare le superfici murarie se le saldature di malta sono abbastanza deboli da lasciar penetrare le radici. La fioritura avviene in settembre-ottobre. In cosmesi, gli estratti di edera trovano impiego all’interno di formulazioni detergenti dermopurificanti.

 

 

Recensioni

Ancora non ci sono recensioni.

Solamente clienti che hanno effettuato l'accesso ed hanno acquistato questo prodotto possono lasciare una recensione.